I 3 Potenziali Rischi Da Evitare Nel Noleggio A Lungo Termine

I 3 Potenziali Rischi Da Evitare Nel Noleggio A Lungo Termine

  • Pasquale
  • 02.01.17

Il noleggio a lungo termine di un veicolo è una soluzione da tempo cara ad aziende e professionisti con partita iva, per i quali ultimi, in particolare, i vantaggi sono maggiori, poiché legati alla deducibilità di parte dei costi.
Se il noleggio a lungo termine di un’automobile può offrire significativi benefici in termini di spese e di indipendenza da incombenze burocratiche per un privato cittadino, figuriamoci quanto maggiore possa essere questo vantaggio nel caso in cui, a beneficiarne, siano aziende e titolari di partita iva.
Tuttavia, negli ultimi anni, tale formula si sta estendendo sempre più anche nel pubblico dei privati cittadini per i vantaggi di natura operativa a tale tipo di contratto sottesi.
A questo si aggiunge che i canoni mensili vanno diventando sempre più competitivi.
Ma, come sempre, non è tutto rose e fiori: anche il noleggio a lungo termine può celare dei rischi,
facilmente aggirabili, comunque, con un po’ di attenzione e di diligenza.
Di quali si tratta esattamente? Scopriamolo insieme.

1. Attenzione all’aggiunta tacita di spese extra

I benefici correlati al noleggio a lungo termine sono molti e vanno ad abbracciare non solo l’aspetto puramente operativo, ma anche quello economico e finanziario.
Uno dei principali, tra questi ultimi, è dato dalla possibilità di ridurre al minimo l’investimento iniziale, quello che, in linea di massima, corrisponde all’acquisto dell’auto.
Chi decide, infatti, di utilizzare tale servizio, paga una piccola quota d’entrata, variabile in rapporto al modello d’auto, alle previsioni di soglie chilometriche - relative al lasso di tempo del noleggio - ed alle soluzioni che vengono proposte dalla casa automobilistica.
Ne consegue che, allo scopo di mantenere inalterati i termini di questi benefici, è bene verificare con estrema attenzione che nel corpus del contratto di noleggio a lungo termine non siano previste spese extra: diversamente, il vantaggio di optare per questo servizio neppure vi sarebbe.

2. Occhio alla formulazione di condizioni di contratto fumose

Si parla di noleggio a lungo termine proprio ad indicare un rapporto tra due parti che si svolge in un tempo compreso generalmente tra una durata minima di 2 anni ed una massima che solitamente non supera i 5 anni.
In linea di massima, i periodi di tempo inferiori a 2 anni non si vanno a configurare affatto come noleggio a lungo termine.
Il termine, dunque, deve essere sancito espressamente, pena il non riuscire ad inquadrare in maniera chiara ed univoca il contratto in essere. La mancanza di indicazioni in merito rende fumoso dunque il rapporto, che rischia di essere erroneamente annoverato nell’alveo di altre figure giuridiche.
Altro elemento di cui tenere conto nel contratto di noleggio a lungo termine è la mancata previsione di alcuna maxi rata iniziale.
Al termine del contratto, infatti, deve essere data all’utilizzatore la possibilità di sostituire i veicoli commerciali con mezzi nuovi, ma ciò senza la previsione di alcuna maxi rata finale: questo consente ad un’azienda di godere al meglio di una flotta sempre in perfetto stato e al massimo dell’efficienza.

3. Verifica la copertura per guasti, piccoli incidenti e manutenzioni straordinarie

La parte utilizzatrice, fino alla scadenza del contratto, si impegna a pagare, a fronte del noleggio a lungo termine di un veicolo, un canone mensile con importo fisso, che viene definito al momento della sottoscrizione del contratto.
Si tratta di un canone onnicomprensivo che include, oltre alla disponibilità dell’auto, la gestione dei servizi più svariati, quali: assicurazione, tasse automobilistiche e tasse di possesso, la manutenzione ordinaria e quella straordinaria e qualsiasi spesa relativa alla gestione dell’auto.
In pratica, non resta che provvedere al solo pieno di carburante.
Le aziende ed i professionisti che tutti i giorni percorrono tanti chilometri hanno bisogno di mezzi efficienti, sicuri e sempre ben tenuti. E’ di grande conforto sapere che qualcuno, come previsto nel contratto di noleggio a lungo termine, si prenderà cura di tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e della sostituzione gratuita degli pneumatici usurati, nonché di tutte le incombenze relative alle pratiche assicurative, agli eventi accidentali, ai rinnovi dei bolli.
Assolvere a questo susseguirsi di impegni è già arduo per un privato cittadino, figuriamoci per un professionista, impegnato in altre attività lavorative, o per un’azienda, che ha necessità di disporre non già di una singola autovettura, bensì di un’intera flotta aziendale.

Il noleggio a lungo termine cela innumerevoli grossi vantaggi ma, come sempre, anche in questo caso come negli altri, la parola d’ordine è … prudenza.